cavi resistenti al fuoco

Cavi per rivelazione incendi

 

Cavi resistenti al fuoco per applicazioni in sistemi fissi automatici di rivelazione e segnalazione allarme incendio (Loop).

In un impianto di rivelazione e segnalazione allarme incendio, tutte le apparecchiature coinvolte come ad esempio loop, targhe, sirene, porte tagliafuoco, devono essere tutte collegate con cavi resistenti al fuoco minimo 30 minuti, schermati, flessibili, con una bassa emissione di gas nocivi e con guaina di colore rosso. Inoltre, dopo la pubblicazione della norma CEI 20-105 v2 avvenuta a giugno 2020, visto il grado di sicurezza che questi cavi devono garantire, è richiesta una classe di reazione al fuoco Cca-s1b,d1,a1 secondo Regolamento (UE) 305/2011 anche nota come CPR.

ITC srl, sempre attenta agli aggiornamenti normativi, propone cavi schermati in silicone ceramizzante tipo FG29OHM16 con resistenza al fuoco minima di 30 minuti (famiglia PH) e 120 minuti (famiglia SF) e classificazione CPR Cca-s1b,d1,a1.

Inoltre, grazie all'impiego di materiali di categoria superiore, i cavi PH ed SF offrono una bassa capacità elettrica e, come richiesto dagli impiantisti, dimensioni contenute e grande flessibilità garantendo minor tempo per la stesura delle linee e minor fatica durante la posa.

Cavi resistenti al fuoco made in Italy di ITC, il nuovo punto di riferimento per gli operatori del settore.

 

Scarica il volantino "Speciale Impianti Antincendio"

 

 

 


Stampa   Email
Print Friendly, PDF & Email

Articoli Correlati